Vai a sottomenu e altri contenuti

Accesso agli atti documentale

L'accesso documentale consente ai soggetti interessati di accedere a quei documenti amministrativi la cui conoscenza è necessaria per la tutela di una propria situazione giuridicamente rilevante.

L'istituto è disciplinato dagli artt. 22 e seguenti della legge n. 241 del 1990, nonché dal decreto del Presidente della Repubblica 12 aprile 2006, n. 184 (''Regolamento recante disciplina in materia di accesso ai doc.umenti amministrativi''); con provvedimento 4 agosto 2020 l'Agenzia ha inoltre adottato un proprio regolamento in materia di accesso, con cui vengono fra l'altro individuate le tipologie di documenti amministrativi di competenza sottratti all'accesso, ai sensi dell'articolo 24 della citata legge, e fornite indicazioni operative.

Requisiti

L’istanza può essere presentata da chi ha un “interesse diretto, concreto e attuale”, collegato a una situazione giuridicamente tutelata e connessa al documento oggetto di richiesta di accesso; in sede di accesso documentale, non sono tuttavia ammesse richieste finalizzate a un controllo generalizzato dell’attività amministrativa.

Costi

Il diritto di accesso si esercita mediante esame ed estrazione di copia dei documenti amministrativi, nei modi e con i limiti indicati dalla presente legge. L'esame dei documenti e' gratuito. Il rilascio di copia e' subordinato soltanto al rimborso del costo di riproduzione, salve le disposizioni vigenti in materia di bollo, nonche' i diritti di ricerca e di visura.

Normativa

  • Legge 241/1990
  • D. Lgs. 196/2003
  • DPR 184/2006
  • D.Lgs. 50/2016 (solo per procedure appalti)

Documenti da presentare

- Istanza motivata

- Copia documento di identità

Termini per la presentazione

Non previsti

Incaricato

Responsabile competente per materia; centralino: 0783454231; comune.mogorella.or@legalmail.it

Tempi complessivi

Trenta giorni dalla data di ricezione della richiesta

Termini e modalità di ricorso

Decorsi inutilmente trenta giorni dalla richiesta, questa si intende respinta. In caso di diniego dell'accesso, espresso o tacito, o di differimento dello stesso ai sensi dell'articolo 24, comma 4, il richiedente puo' presentare ricorso al tribunale amministrativo regionale ai sensi del comma 5, ovvero chiedere, nello stesso termine e nei confronti degli atti delle amministrazioni comunali, provinciali e regionali, al difensore civico competente per ambito territoriale, ove costituito, che sia riesaminata la suddetta determinazione. Qualora tale organo non sia stato istituito, la competenza e' attribuita al difensore civico competente per l'ambito territoriale immediatamente superiore. Nei confronti degli atti delle amministrazioni centrali e periferiche dello Stato tale richiesta e' inoltrata presso la Commissione per l'accesso di cui all'articolo 27 nonche' presso l'amministrazione resistente. Il difensore civico o la Commissione per l'accesso si pronunciano entro trenta giorni dalla presentazione dell'istanza. Scaduto infruttuosamente tale termine, il ricorso si intende respinto. Se il difensore civico o la Commissione per l'accesso ritengono illegittimo il diniego o il differimento, ne informano il richiedente e lo comunicano all'autorita' disponente. Se questa non emana il provvedimento confermativo motivato entro trenta giorni dal ricevimento della comunicazione del difensore civico o della Commissione, l'accesso e' consentito. Qualora il richiedente l'accesso si sia rivolto al difensore civico o alla Commissione, il termine di cui al comma 5 decorre dalla data di ricevimento, da parte del richiedente, dell'esito della sua istanza al difensore civico o alla Commissione stessa. Se l'accesso e' negato o differito per motivi inerenti ai dati personali che si riferiscono a soggetti
terzi, la Commissione provvede, sentito il Garante per la protezione dei dati personali, il quale si pronuncia entro il termine di dieci giorni dalla richiesta, decorso inutilmente il quale il parere si intende reso. Qualora un procedimento di cui alla sezione III del capo I del titolo I della parte III del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, o di cui agli articoli 154, 157, 158, 159 e 160 del medesimo decreto legislativo n. 196 del 2003, relativo al trattamento pubblico di dati personali da parte di una pubblica amministrazione, interessi l'accesso ai documenti amministrativi, il Garante per la protezione dei dati personali chiede il parere, obbligatorio e non vincolante, della Commissione per l'accesso ai documenti amministrativi. La richiesta di parere sospende il termine per la pronuncia del Garante sino all'acquisizione del parere, e comunque per non oltre quindici giorni. Decorso inutilmente detto termine, il Garante adotta la propria decisione.

Note

Responsabili di servizio:

Dott.ssa Valentina Lavra - Servizio Tecnico - 0783 45423 - tecnico@comune.mogorella.or.it

Dott.ssa Angelica Bussu - Servizio Amministrativo - 0783 45423 - amministrativo@comune.mogorella.or.it

Dott. Lorenzo Carcangiu - Servizio Finanziario - 078345423 - sindaco@comune.mogorella.or.it

Dott. Claudio Demartis - Segretario Comunale - 078345423 - segretario@comune.mogorella.or.it

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Accesso Documentale Formato docx 35 kb

A chi rivolgersi

A chi rivolgersi - Referente
Ufficio/Organo: Ufficio Amministrativo
Indirizzo: Via Risorgimento 16, 09080 Mogorella (OR)
Telefono: 078345423(int.3)
Fax: -
Email: amministrativo@comune.mogorella.or.it
Email certificata: comune.mogorella.or@legalmail.it
Scheda ufficio: Vai all'ufficio
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto